fun

[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 26/07/2022

Sezione Stazione appaltante

Azienda Speciale Multiservizi
VALLABINI LAURA

Sezione Dati generali

PROCEDURA APERTA TELEMATICA PER LAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE NEGLI ASILI NIDO, SCUOLE DELLINFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI 1° GRADO NEL COMUNE DI VENARIA REALE - CIG : 9241085097
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
4.586.314,00 €
09/06/2022
11/07/2022 entro le 12:00
G00010
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
  • Domanda di partecipazione
  • Ulteriori dichiarazioni
  • Dichiarazione antimafia
  • DGUE
  • Garanzia provvisoria e dichiarazione di impegno al rilascio di garanzia definitiva
  • Copia certificazione per riduzione cauzione provvisoria
  • Copia ricevuta pagamento contributo ANAC
  • PASSoe
  • Attestazione avvenuto sopralluogo
  • Pagamento bollo
  • Documentazione in caso di avvalimento
  • Documentazione per soggetti associati
  • Documento identità legale rappresentante o altro firmatario offerta
  • Eventuale documentazione aggiuntiva ritenuta utile dall'operatore economico
Busta tecnica
  • Relazione tecnica
  • Offerta tecnica
  • Documentazione aggiuntiva a dimostrazione degli impegni assunti
  • Documentazione aggiuntiva per la verifica previsioni CAM
  • Dichiarazione segreto tecnico/commerciale
  • Elenco veicoli che verranno utilizzati per il servizio (rif. art. 17 criterio 2 del Disciplinare di gara)
  • Elenco veicoli che verranno utilizzati per il servizio (rif. art. 17 criterio 2 del Disciplinare di gara)
Busta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 18/07/2022
    Comunicazione apertura offerte economiche - Si comunica che la Commissione Giudicatrice si riunirà nella giornata di martedì 19 luglio 2022 alle ore 9,00 per procedere all'apertura delle buste telematiche contenenti le offerte economiche, alla relativa valutazione e all'assegnazione dei punteggi complessivi.
  • Pubblicato il 13/07/2022
    Comunicazione - Si comunica che la Commissione Giudicatrice si riunirà nella giornata di giovedì 14 luglio 2022 alle ore 14,00 per concludere la verifica della documentazione amministrativa e proseguire con l'apertura, esame e valutazione delle offerte tecniche.
  • Pubblicato il 28/06/2022
    Chiarimenti n. 3 - Prot. 1428/s PROCEDURA APERTA TELEMATICA PER LAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE NEGLI ASILI NIDO, SCUOLE DELLINFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI 1° GRADO NEL COMUNE DI VENARIA REALE - CIG 9241085097. CHIARIMENTI n. 3 D21) Elenco e dettaglio dei costi a carico dell'attuale gestore (ad esempio: TARI, energia elettrica, gas, acqua, ecc.) R21) In allegato si trasmette prospetto spese relativo all'anno 2021.
  • Pubblicato il 24/06/2022
    PROCEDURA APERTA TELEMATICA PER LAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE NEGLI ASILI NIDO, SCUOLE DELLINFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI 1° GRADO NEL COMUNE DI VENARIA REALE - CIG 9241085097. CHIARIMENTI n. 2 - Prot. 1396/s CHIARIMENTI N. 2 D11) Nominativo e prezzo a pasto applicato dall'attuale gestore. R11) Vedasi risposta a quesiti D3) e D4) pubblicati in data 22 giugno 2022. D12) Elenco delle attrezzature di proprietà dell'attuale gestore presenti nei locali mensa ed annessi che dovranno essere reintegrati in caso di subentro in appalto. R12) Le attrezzature di proprietà dellattuale gestore e che dovranno essere reintegrate in caso di subentro sono: n. 1 formattatrice n. 1 impastatrice n. 1 tritacarne n. 1 affettatrice n. 3 bilance n. 1 macchina sottovuoto termometri contenitori termici fornetti (nei centri di distribuzione) D13) Si richiede, relativamente al mese di marzo 2022, un elenco mensile suddiviso per singolo giorno riportante i pasti erogati per ogni ordine e grado di scuola. R13) Vedasi allegato. D14) Stima dei costi contrattuali. R14) I costi contrattuali sono quelli previsti dalla disciplina relativa alla registrazione dei contratti pubblici aventi ad oggetto appalti, servizi e forniture. Si presume possano essere stimati in . 1.000,00. D15) Stima dei costi di pubblicazione del bando di gara (se presenti). R15) Come indicato allart. 22 del disciplinare di gara, le spese relative alla pubblicazione del bando e dellavviso sui risultati della procedura di affidamento sono stimate in . 3.000,00. D16) Si richiede di specificare i giorni settimanali in cui gli utenti della scuola dell'infanzia, della scuola primaria, e della scuola secondaria di I grado consumano i pasti. R16) Di seguito la specifica: SCUOLE DELLINFANZIA E SCUOLE PRIMARIE lunedì martedì mercoledì - giovedì venerdì SCUOLE SECONDARIE PRIMO GRADO DON MILANI CENTRALE martedì giovedì DON MILANI SUCCURSALE martedì giovedì LESSONA CENTRALE martedì LESSONA SUCCURSALE lunedì martedì I giorni settimanali delle scuole secondarie di primo grado possono essere soggetti a variazione (non nel numero). D17) Si richiede di specificare i mesi di apertura degli asilo nido. R17) Gli asili nido sono aperti da settembre a luglio con chiusura estiva nel mese di agosto. Le chiusure infrannuali sono quelle previste dal calendario scolastico regionale. D18) Si richiede se alla relazione tecnica possano essere allegati schede tecniche, tabelle, ecc. e se tali documenti esulino dal conteggio delle 10 pagine. R18) Come indicato allart. 15 del disciplinare di gara, la relazione tecnica non potrà superare le 15 cartelle (e non 10 come riportato nel quesito) e sono ammessi solo gli allegati a comprova dei criteri di valutazione di cui al successivo art. 17. D19) Si chiede di confermare che le sole attrezzature di proprietà dell'attuale gestore presenti sui locali oggetto dell'appalto sono: contenitori, bilance, tritacarne, formatrice/hamburgatrice, termosigillatrice, 1 affettatrice a lama orizzontale. R19) Vedasi risposta al quesito D12). D20) Si chiede di poter avere lay-out del centro cottura. R20) Vedasi allegato. Venaria Reale, 24 giugno 2022 Il R.U.P. dott.ssa Laura Vallabini
  • Pubblicato il 22/06/2022
    Chiarimenti n. 1 - PROCEDURA APERTA TELEMATICA PER LAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE NEGLI ASILI NIDO, SCUOLE DELLINFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI 1° GRADO NEL COMUNE DI VENARIA REALE - CIG 9241085097. CHIARIMENTI D1) Premesso che: all'art. 4 e 6.4 del disciplinare di gara viene prevista la possibilità per le imprese di partecipare costituendo un RTI di tipo verticale o misto e nel caso di ATI verticale, la stazione appaltante deve individuare le prestazioni principali e secondarie da ripartire allinterno dellassociazione tra i suoi componenti, non potendo consentire allautonomia delle parti privati la scelta delle prestazioni da svolgere, tenuto conto del differente regime relativo alla responsabilità che si applica alle ATI verticali, si chiede a Codesto spettabile Ente quali siano le prestazioni secondarie nella gara de qua. R1) Sono reputate prestazioni secondarie quelle non afferenti specificamente alla produzione e somministrazione dei pasti. D2) Premesso che: a) Anac ha dichiarato divieto assoluto di porre clausole che vietino luso di subappalto, ma ha stabilito non conforme alla normativa di settore lesclusione dalla gara delloperatore economico che ne ha manifestato lintenzione. Tale esclusione risulta nulla, motiva Anac, per violazione del principio di tassatività delle cause di esclusione, in forza del quale i bandi e le lettere dinvito non possono contenere ulteriori prescrizioni a pena di esclusione rispetto a quelle previste dal Codice e da altre previsioni di Legge. Quanto sostenuto da Anac è avvalorato anche dalla pronuncia del Consiglio di Stato (N. 8088/2019) e della Corte di Giustizia (26 settembre 2019), la quale ha addirittura censurato il limite quantitativo al subappalto in quanto si porrebbe in contrasto con gli obiettivi di apertura alla concorrenza e di favorire laccesso alle piccole e medie imprese agli appalti pubblici. Questo soprattutto se il divieto di subappalto viene stabilito in maniera astratta e in una determinata percentuale, a prescindere dalla capacità di eventuali subappaltatori e senza menzione alcuna del carattere essenziale degli incarichi in questione. Pertanto lAutorità Anticorruzione ribadisce che il divieto assoluto di subappalto si ponga in contrasto con lobiettivo di facilitare laccesso al mercato delle imprese, ostacolando lesercizio della libertà di stabilimento e di prestazione dei servizi e precludendo agli stessi committenti pubblici di ottenere un numero più alto e diversificato di offerte. b) il comma 2 dellart. 105, prevede che le stazioni appaltanti, previa adeguata motivazione nella determina a contrarre, possono indicare nei documenti di gara le prestazioni o lavorazioni oggetto del contratto di appalto da eseguire a cura dellaggiudicatario e quindi non subappaltabili (con una inversione dellonere informativo rispetto al quadro previgente ove andavano invece indicate le prestazioni subappaltabili). La nuova disposizione pare allineata alle direttive UE, le quali (art. 63, comma 2 della Direttiva n. 24/2014 UE) consentono alle amministrazioni aggiudicatrici di poter esigere che taluni compiti essenziali siano direttamente svolti dallofferente stesso, e dunque di limitare il subappalto, compreso il subappalto qualificante e il subappalto a favore dellimpresa ausiliaria nellambito dellavvalimento. I limiti esterni possono essere motivati in ragione: 1) delle specifiche caratteristiche dellappalto, ivi comprese quelle di cui allart. 89, comma 11, del codice dei contratti; 2) dellesigenza, tenuto conto della natura o della complessità delle prestazioni o delle lavorazioni da effettuare, di rafforzare il controllo delle attività di cantiere e più in generale dei luoghi di lavoro e di garantire una più intensa tutela delle condizioni di lavoro e della salute e sicurezza dei lavoratori; 3) dellesigenza, eventualmente avvalendosi del parere delle Prefetture competenti, di prevenire il rischio di infiltrazioni criminali, a meno che i subappaltatori siano iscritti nellelenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori di cui al comma 52 dellart. 1, l. n. 190 del 2012, ovvero nellanagrafe antimafia degli esecutori istituita dallart. 30 del d.l. n. 189 del 2016. c) codesto spettabile Ente ha previsto che: (nel quesito originale non vi è riportato nulla) Tanto premesso Chiede conferma che, in coerenza alla normativa nazionale ed europea, non essendo espressamente escluso dalla disciplina di gara, né costituendo lo stesso frazionamento della prestazione, sia ammesso laffidamento in sub-appalto dello svolgimento del servizio esclusivamente per la sola fase di emergenza, tramite lutilizzo di un centro cottura alternativo così come richiesto allart.23 del disciplinare di gara, in quanto per sua stessa natura, risulta essere un servizio eccezionale e presumibilmente potenzialmente nemmeno attivabile. R2) La clausola di bando non è ostativa alla fattispecie oggetto di quesito. D3) Si chiede quale sia lattuale gestore. R3) Lattuale gestore è la società Euroristorazione Srl. D4) Si chiede quale sia lattuale prezzo di fatturazione dei servizi oggetto di appalto. R4) I prezzi di fatturazione attuali sono: . 4,19/pasto + iva per alunni scuola infanzia e primaria . 4,25/pasto + iva per bimbi asilo nido, studenti scuola secondaria di 1° grado e adulti D5) Si chiede di specificare come è stata rilevata la percentuale stimata di incidenza della manodopera pari al 45 percento indicata allart. 3 del disciplinare, rispetto allelenco del personale di cui all allegato 9; su quante settimane annue sono state calcolate le ore del personale indicato e se è stata utilizzata la Tabella Ministeriale del CCNL Turismo-periodo dicembre 2021 per la valorizzazione del costo orario. R5) Il valore calcolato dalla Stazione Appaltante è una mera stima sui costi medi e come tale modificabile, spettando ad ogni operatore economico lindicazione, allinterno della propria offerta economica, dei costi del personale che valuta di sostenere nel corso di esecuzione dellappalto sulla base della propria organizzazione. D6) Con riferimento allallegato 9 si chiede di confermare che non esistono addetti con funzioni di autista per la veicolazione dei pasti, oggetto di riassorbimento e nel caso se tale attività al momento è in subappalto. R6) Lattività di veicolazione pasti è attualmente in subappalto. D7) Nel caso di subappalto del servizio di trasporto, il personale utilizzato da società esterna rientra nel conteggio stimato del 45 percento di cui sopra. R7) No, il personale impiegato nellattività di veicolazione non è stato conteggiato. D8) Si chiede di conoscere lattuale software in uso per la gestione dei pasti e di confermare che il canone annuo di manutenzione resta interamente a carico dellEnte. R8) Il software utilizzato per la prenotazione dei pasti è Gamma Enterprise. Non è previsto alcun canone a carico della I.A. per il software utilizzato per la prenotazione dei pasti. D9) Si chiede di confermare che lattività relativa alla gestione informatica dei pasti di competenza della Ditta Aggiudicataria, è limitata alla registrazione e consuntivazione dei pasti. R9) Lattività quotidiana che dovrà essere svolta dalla I.A. sarà: -una prima rilevazione del numero dei pasti (alunni + insegnanti) e delle diete in bianco giornaliere attraverso contatto telefonico con le scuole; -unulteriore rilevazione consuntiva attraverso posta elettronica con lASM. D10) Con riferimento allart. 46 del CSA Spese a carico dellaggiudicatario si chiede di confermare che limporto indicato pari ad . 36.000 annuo, corrisponda al totale delle spese indicate nel predetto articolo e che corrisponde ad un rimborso forfettario da riconoscere annualmente allEnte. Al riguardo si chiede altresì se detti costi comprendano anche le cucine degli asili nido. R10) Le spese a carico dellaggiudicatario non vanno corrisposte allEnte poiché, come indicato nellart. 46 CSA, lI.A. dovrà procedere alla voltura a proprio nome delle utenze, della tassa rifiuti ed altre spese ivi indicate. Venaria Reale, 22 giugno 2022 Il R.U.P. dott.ssa Laura Vallabini

[ Torna all'inizio ]